NUOVA MERCEDES-BENZ CLASSE A

Giovane e moderna, la nuova Mercedes-Benz Classe A diventa più tecnologica che mai, sportiva e spaziosa. Ridefinisce il lusso in chiave moderna tra le compatte, rivoluziona il design interno e l’interazione tra guidatore e vettura. Tra le peculiarità tecnologiche di nuova Classe A rientra il sistema MBUX (Mercedes-Benz User Experience), insieme ad una serie di funzioni precedentemente appannaggio delle vetture di classe superiore. In determinate situazioni, ad esempio, la nuova Classe A può viaggiare in modo parzialmente automatizzato e, a richiesta, può essere equipaggiata con fari MULTIBEAM LED. Inoltre, sono disponibili nuovi ed efficienti motori diesel e benzina. E nonostante la Classe A abbia conservato un’estetica sportiva, la praticità è aumentata. La nuova Classe A può essere ordinata da marzo; il lancio al pubblico sarà in primavera.

Gli esterni della nuova Classe A sono sportivi, dinamici e accattivanti. Innovativo è il design della parte anteriore, con cofano motore ribassato, fari a LED piatti con elemento cromato e fiaccola delle luci di marcia diurne. La mascherina del radiatore Matrix con la Stella al centro, la cui linea è una reinterpretazione della mascherina del radiatore, è dotata di pin effetto Matrix e di una lamella centrale color argento a sottolineare ulteriormente la sportività della vettura. Grazie al passo più lungo e alla linea caratteristica laterale, l’auto sembra più allungata. Rispetto al modello precedente il cofano motore digrada più rapidamente, accentuando la dinamicità del frontale. I passaruota più grandi, idonei a ospitare ruote da 16 a 19 pollici, la fanno sembrare incollata all’asfalto sottolineandone la sportività. La forte rientranza della parte superiore della vettura, che mette in risalto le spalle, e i catarifrangenti posteriori alloggiati nei paraurti modulari sdoppiati accentuano la larghezza della coda. Le sottili luci posteriori sdoppiate conferiscono un tocco di eleganza e raffinatezza.

Con un CX da 0,25 e una superficie frontale (A) di 2,19 m2, Nuova Classe A è la più aerodinamica del suo segmento. Per la prima volta nella classe delle compatte, Mercedes-Benz ricorre a un AIRPANEL sdoppiato (disponibile a richiesta). Questo sistema di gelosie dietro la mascherina del radiatore apre le lamelle regolabili in funzione dell’aria di raffreddamento necessaria. Una seconda gelosia, alloggiata nel condotto di aspirazione dell’aria sotto la targa, migliora ulteriormente le prestazioni del sistema.

Design degli interni

Gli interni della nuova Classe A, decisamente all’avanguardia, si presentano completamente rinnovati: Mercedes-Benz rivoluziona la classe delle compatte dall’interno regalando una sensazione di spaziosità del tutto inedita. L’architettura particolare degli spazi si deve soprattutto alla plancia portastrumenti all’avanguardia, che non presenta la classica calotta di copertura. In questo modo il corpo di base, a forma di ala, si estende ininterrottamente da una porta anteriore all’altra. Il display widescreen è sospeso sulla plancia. Una particolarità sono le bocchette di ventilazione sportive che ricordano le turbine degli aerei.

La plancia portastrumenti è suddivisa in due corpi orizzontali: il corpo inferiore è diviso dal corpo principale da una specie di ‘solco’ e sembra essere sospeso davanti alla plancia portastrumenti. L’illuminazione di atmosfera a 64 colori (a richiesta)  rafforza questo effetto sottolineando l’impressione di sospensione della struttura inferiore. Una gamma cromatica incrementata più di cinque volte rispetto alla versione precedente. Non solo aumenta la rosa dei colori, ma anche la scenografia delle luci è unica in questo segmento: raggruppate in dieci scenari cromatici, le diverse tonalità danno vita a uno spettacolo all’avanguardia con cambi di colore suggestivi.

Il display sospeso sulla plancia è disponibile in tre versioni:

·              due display da 7” (17,78 cm);

·              un display da 7” e uno da 10,25” (26 cm);

·              due display da 10,25” (26 cm).

MBUX (Mercedes-Benz User Experience

La nuova Classe A è il primo modello Mercedes-Benz ad essere equipaggiato con il nuovissimo sistema multimediale MBUX (Mercedes-Benz User Experience), che segna l’inizio di una nuova era della connettività firmata Mercedes me e dell’interazione tra guidatore e vettura. La particolarità di questo sistema è la capacità di apprendere grazie all’intelligenza artificiale. MBUX, personalizzabile e adattabile, mette in collegamento in maniera inedita tra loro auto, guidatore e passeggeri.

Tra le altre particolarità vi sono, a seconda degli allestimenti, la plancia ad alta risoluzione con display widescreen e comandi touchscreen del display multimediale, la navigazione con tecnologia della realtà aumentata e i comandi vocali intelligenti con comprensione del linguaggio naturale che vengono attivati con l’espressione ‘Hey Mercedes’. Inoltre, è disponibile anche un display head-up. Il touchscreen del sistema MBUX fa parte di un nuovo concetto complessivo dei comandi che diventano touch e comprendono touchscreen, touchpad sulla consolle centrale e pulsanti touch control sul volante.

Il sistema MBUX rappresenta una rivoluzione della user experience nel settore automotive. Le animazioni sottolineano la comprensibilità della struttura dei comandi e affascinano con una brillante grafica 3D ad altissima risoluzione che viene renderizzata, vale a dire calcolata ed inviata, in tempo reale.

Con la nuova generazione di infotainment MBUX debuttano nuovi servizi Mercedes me connect e ne vengono perfezionati altri. Tra questi vi sono le funzioni di navigazione sulla base della comunicazione Car-to-X (informazioni da veicolo a veicolo su avvenimenti rilevati da sensori, come ad esempio una frenata di emergenza o un intervento dell’ESP, oppure rilevati grazie a un messaggio manuale dell’utente, come un incidente lungo il percorso) e il tracking del veicolo che facilita la ricerca dell’auto parcheggiata e invia un messaggio nel caso in cui l’auto venga urtata o rimorchiata.

Nonostante l’aspetto sportivo, la nuova Classe A è molto più pratica e spaziosa: è quindi giovane come sempre, ma adulta come non mai. I vantaggi sono un maggiore spazio per spalle, gomiti e testa insieme a un accesso più agevole ai sedili posteriori, oltre al bagagliaio più grande e sfruttabile per tutta la famiglia e per il tempo libero. Anche la visibilità è migliorata molto, aumentando di conseguenza anche sicurezza e spaziosità.

La capacità del bagagliaio dietro i sedili posteriori è di 370 litri, 29 litri in più rispetto al modello precedente. Grazie alle luci posteriori sdoppiate, l’apertura di carico è di 20 cm più larga rispetto a prima e il pianale è più lungo di 11,5 cm. In combinazione con il pacchetto vano di carico è possibile portare gli schienali dei sedili posteriori in posizione più verticale per trasportare, ad esempio, scatoloni ingombranti. Anche il concetto dei vani portaoggetti è orientato alla massima praticità: il cosiddetto scomparto multiuso nella consolle centrale davanti alla leva del cambio è diventato molto più grande. Una novità è il porta bevande sul tunnel centrale per bicchieri, lattine e bottiglie fino a 0,5 litri. Anche nella parte posteriore dell’abitacolo, l’aumento della visibilità complessiva cela un grande lavoro. Complessivamente è stato possibile ridurre i rivestimenti dei montanti del 10% rispetto al modello precedente.

Per quanto riguarda i sedili, fanno il loro debutto equipaggiamenti per il comfort mutuati da vetture di segmenti superiori come il riscaldamento e la climatizzazione dei sedili anteriori.

 

La nuova Classe A è dotata dei sistemi di assistenza alla guida di ultima generazione, che assistono attivamente il guidatore, e offre quindi il livello di sicurezza attiva più alto del segmento con funzioni riprese dalla Classe S. Per la prima volta Classe A può viaggiare in modalità parzialmente automatica. Il presupposto fondamentale è la capacità di sapere cosa succede nelle immediate vicinanze: sistemi perfezionati basati su telecamere e radar monitorano la strada fino a 500 metri di distanza. Per le funzioni di assistenza, Classe A ricorre anche ai dati cartografici e di navigazione.

 

L’efficienza dei nuovi motori diesel e benzina

Al momento del lancio sul mercato di Classe A è disponibile nelle seguenti tre motorizzazioni:

·              A 200 (120 kW/163 CV, 250 Nm); con cambio a doppia frizione 7G‑DCT (consumo di carburante combinato 5,1 l/100 km, emissioni di CO2 combinate 120 g/km) o cambio manuale a sei marce (consumo di carburante combinato 5,6 l/100 km, emissioni di CO2 combinate 133 g/km)

·              A 250 con cambio a doppia frizione 7G-DCT (165 kW/224 CV), 350 Nm; consumo di carburante combinato 6,0 l/100 km, emissioni di CO2 combinate 141 g/km)

·              A 180 d con cambio a doppia frizione 7G-DCT (85 kW/116 CV), 260 Nm; consumo di carburante combinato 4,1 l/100 km, emissioni di CO2 combinate 108 g/km)

I nuovi motori della nuova Classe A sono molto efficienti: al momento del lancio sono disponibili due nuovi motori a benzina a quattro cilindri. Tra le innovazioni del M 282 di 1,4 litri di cilindrata e 120 kW di potenza massima vi sono l’esclusione dei cilindri (inizialmente in combinazione con il cambio 7G-DCT) e la forma a delta della testata cilindri. Il secondo motore a benzina è l’M 260 di 2,0 litri di cilindrata, 165 kW e 350 Nm. Una delle novità è rappresentata dal CAMTRONIC per l’albero a camme di aspirazione. Entrambi i modelli a benzina sono dotati di filtro antiparticolato di serie.

Altrettanto nuovo è il motore diesel a quattro cilindri (OM 608) di 1,5 litri di cilindrata, 85 kW di potenza e 260 Nm di coppia. Le sue particolarità sono un sistema di depurazione dei gas di scarico con tecnologia AdBlue montato in prossimità del motore e un turbocompressore con tempo di risposta ottimizzato e raffreddamento dell’aria di sovralimentazione ad acqua. Inoltre, debutta un nuovo cambio a doppia frizione 7G-DCT. Seguiranno nei mesi successivi altri nuovi motori. Di serie la capienza del serbatoio è di 43 litri, a richiesta è disponibile un serbatoio di 51 litri.

Nuova Classe A sarà disponibile anche con il sistema di trazione integrale permanente 4MATIC con ripartizione della coppia completamente variabile. La trazione integrale sportiva è stata perfezionata e offrirà ancora più piacere di guida ed efficienza. L’interruttore DYNAMIC SELECT permette di intervenire maggiormente sulla caratteristica della trazione 4MATIC. Faranno parte dei componenti del 4MATIC la presa di moto per la trasmissione alle ruote posteriori, integrata nel cambio a doppia frizione automatizzato, gli ingranaggi e il differenziale al ponte posteriore con frizione a dischi multipli integrata. La frizione non è più ad attivazione elettroidraulica, ma elettromeccanica.

Categoria: Auto