DAIMLER AL SALONE INTERNAZIONALE DEI VEICOLI INDUSTRIALI (IAA) 2016 DI HANNOVER

Quest'anno, al Salone Internazionale dei Veicoli Industriali (IAA) di Hannover le macrotendenze del futuro "Digitalizzazione ed elettromobilità" sono al centro dell'attenzione. La chiave per una logistica del futuro sostenibile ed efficiente si chiama collegamento in rete. La logistica si svolge in una rete composta da molti attori: autocarri, produttori, Clienti, spedizionieri, infrastrutture, altri veicoli, officine, allestitori e molti altri ancora. La connettività e l'intelligente collegamento in rete degli autocarri permettono ora di portare il trasporto di merci a livelli del tutto inediti.

Mercedes-Benz Trucks presenta un'ampia gamma di innovazioni nell'ambito del collegamento in rete: se all'inizio dell'anno l'autocarro "mai in panne" era ancora una visione, Mercedes-Benz Trucks con il nuovo e rivoluzionario prodotto di assistenza Mercedes-Benz Uptime ci si sta avvicinando a grandi passi. A fornire utili app sviluppate da e destinate a tutti i soggetti interessati ai trasporti, in futuro, provvederà il nuovo FleetBoard Store per app che celebra il suo debutto internazionale al Salone IAA. Inoltre prossimamente FleetBoard offrirà a tutti i Clienti Mercedes-Benz Trucks un accesso alla connettività semplice, rapido e gratuito, reso possibile dalla nuova app FleetBoard Manager.

Première internazionale: Mercedes-Benz Urban eTruck completamente elettrico e collegato in rete

Dimostrando le affascinanti possibilità del collegamento in rete, della trazione elettrica, delle future tecnologie di comando e visualizzazione, della telematica e di un sistema di alimentazione elettrica pressoché autarchico, l'Urban eTruck di Mercedes-Benz definisce lo stato dell'arte dei veicoli a trazione totalmente elettrica nel settore del trasporto a corto raggio pesante. Questo veicolo a tre assi da 26,0 t di peso totale a terra, che circola a emissioni zero locali e silenziosamente, è paragonabile in termini di carico utile e prestazioni a un autocarro con motore a combustione interna ed è efficiente nei consumi grazie a un innovativo sistema di alimentazione elettrica.

Per la sua massa, l'Urban eTruck non ha nulla da invidiare ai suoi colleghi con motore a combustione interna. Il suo peso aggiuntivo è di appena 1700 kg per asse. Poiché la Commissione dell’UE consente di aumentare il peso totale ammesso per gli autocarri con sistemi di propulsione alternativi fino ad un massimo di 1,0 t, il sovrappeso dovuto alla trazione elettrica viene compensato per la maggior parte.

Tra le principali caratteristiche dell'Urban eTruck figura il suo sistema di propulsione con asse posteriore ad azionamento elettrico e motori elettrici collocati direttamente in corrispondenza dei mozzi delle ruote. La potenza massima si attesta su 2 x 125 kW, mentre la coppia corrisponde a 2 x 500 Nm. L'asse, nella sua versione di base, si è già affermato sugli autobus.

La capacità della batteria dell'Urban eTruck ha una struttura modulare. La dotazione di base prevede un pacco batterie composto da accumulatori agli ioni di litio con una capacità complessiva di 212 kWh che consente un'autonomia fino a 200 km, normalmente sufficiente per portare a termine un itinerario giornaliero nel trasporto a corto raggio.

Il conducente è supportato da un sistema di comando e visualizzazione rivoluzionario, dove al posto degli strumenti tradizionali figurano due display. Il display centrale offre in modo chiaro e innovativo tutte le informazioni rilevanti. In primo piano ci sono dati e fatti dettagliati sull'itinerario da percorrere che permettono al conducente di rilevare l'andamento delle curve e le manovre di accelerazione e frenata da effettuare.

La strategia di marcia e il conseguente consumo energetico si possono influenzare attraverso diverse modalità di marcia. Un ulteriore tablet fornisce al conducente ulteriori informazioni, riguardanti sia il suo itinerario che dati precisi e costantemente aggiornati sull'autonomia delle batterie.

Il design dell'Urban eTruck si presenta altrettanto innovativo quanto il suo sistema di trazione elettrica. Gli esterni incarnano la filosofia di design del marchio Mercedes-Benz, concepita all'insegna della "limpida sensualità": un concetto che si adatta perfettamente all'Urban eTruck. Le forme della cabina del conducente sono morbide e filanti, ridotte al minimo e senza fronzoli: nessuna linea di giunzione visibile ne disturba l'immagine.

Disponendo della trazione elettrica, l'Urban eTruck non necessita di una classica presa d'aria. Al suo posto è stata inserita una mascherina Black Panel che funge da elemento di comunicazione tra l'autocarro e l'ambiente circostante. Si tratta di un pannello trasparente retroilluminato con LED ad alta risoluzione che consente di realizzare diversi effetti ottici.

Première internazionale: il nuovo Fuso eCanter a trazione completamente elettrica

Dal Fuso Canter E-Cell nasce il Fuso eCanter: la nuova denominazione indica la terza generazione del primo autocarro leggero al mondo a trazione esclusivamente elettrica e segna un passo importante, come edizione limitata, sulla strada verso la produzione di serie. Con il suo sistema di trazione a emissioni zero locali, il Fuso eCanter non si limiterà a non inquinare i centri urbani grazie alla sua totale assenza di gas di scarico ed emissioni acustiche, ma potrà rappresentare anche un'alternativa al motore diesel particolarmente interessante dal punto di vista della redditività. Grazie alla riduzione dei costi tecnologici, al momento del lancio l'eCanter potrà essere offerto a un prezzo concorrenziale che - considerati i costi di esercizio più bassi – consentirà di ammortizzare il sovrapprezzo per il Cliente rispetto a un modello diesel paragonabile nell'arco di circa tre anni.

Sul nuovo eCanter è stato adottato un nuovo motore elettrico sincrono permanente con una notevole potenza di 185 kW e una coppia di 380 Nm. La forza viene trasmessa all'asse posteriore attraverso un cambio monomarcia secondo un sistema collaudato.

Il veicolo in esposizione per il debutto all'IAA disponeva di una capacità della batteria di 70 kWh. A seconda della sovrastruttura, delle condizioni di carico e del profilo di impiego è quindi possibile un'autonomia di oltre 100 km senza ricarica stazionaria. Le batterie sono ripartite in cinque pacchi: uno al centro del telaio, subito dietro la cabina, e altri due rispettivamente a sinistra e a destra del telaio. Si tratta di batterie agli ioni di litio raffreddate ad acqua che garantiscono una durata utile elevata, grande efficienza soprattutto in presenza di temperature esterne elevate e una struttura compatta dei pacchi batteria. Da notare l'eccellente massa dell'eCanter: la portata dell'autotelaio del modello da 7,49 t si attesta su 4,63 t per sovrastruttura e carico.

Per l'imminente produzione in serie limitata sono previsti pacchi batterie personalizzati con set composti da un minimo di tre fino a sei batterie da 14 kWh ciascuna. In questo modo l'eCanter può essere adattato individualmente alle esigenze dei Clienti in termini di autonomia, prezzo e peso. Altrettanto individuali sono le possibilità di carico: entro un'ora all'80 percento della capacità con corrente continua a una stazione di ricarica rapida, o in alternativa in sette ore fino al 100 percento con corrente alternata. In futuro sarà possibile una ricarica rapida con una potenza di 170 kW, il che significa che si potrà raggiungere l'80 percento della capacità della batteria in appena mezz'ora. La ricarica viene effettuata con connettori maschi Combo 2 a norma (detti anche CCS).

L'efficienza per Mercedes-Benz Trucks: veicoli ancora più potenti, più parsimoniosi e meno inquinanti

Ancora più parsimonioso e quindi meno inquinante, ancora più elastico e ancora più potente con la nuova motorizzazione di punta: l'ultima generazione del motore Mercedes-Benz OM 470 garantisce prestazioni migliori su tutti i fronti, approfittando delle migliorie tecniche della versione evoluta del fratello maggiore OM 471, attuate lo scorso anno.

In particolare, il 6 cilindri in linea OM 470 da 10,7 l di cilindrata è il più compatto dei motori Heavy Duty con la Stella. Si tratta quindi del propulsore su misura per chi cerca una struttura compatta di peso contenuto, prestazioni elevate con una buona capacità di ripresa, massima efficienza a fronte di bassi consumi di carburante e lunghi intervalli di manutenzione.

A questa motorizzazione si aggiunge poi una nuova versione di punta da 335 kW (456 CV) con una potente coppia massima di 2200 Nm. L'OM 470 è quindi disponibile in cinque livelli di potenza ravvicinati a partire da 240 kW (326 CV) e copre una fascia estremamente ampia di applicazioni nel trasporto a corto raggio pesante, nel trasporto a lungo raggio e nel settore edile.

Fuso Canter: ulteriore arricchimento del bestseller mondiale tra gli autocarri leggeri

La versione di serie del Fuso Canter si presenta all'IAA notevolmente arricchita. Il bestseller mondiale tra gli autocarri leggeri copre uno spettro che va da 3,5 t a 8,55 t di peso totale a terra. L'upgrade comprende un nuovo concept di colori per gli interni della cabina con la sobrietà del nero, un pianale di pregio e inserti cromati sulla plancia.

Sotto l'aspetto tecnico spicca in primo piano la seconda generazione del cambio a doppia frizione Duonic. Una nuova strategia di innesto permette di risparmiare carburante, mentre la nuova frizione aumenta ulteriormente la longevità dell'inossidabile Canter. Tutti i Canter con Duonic ora dispongono di un sistema antiarretramento di serie e di un Tempomat a richiesta. Un'ulteriore novità riguarda la motorizzazione: tutti i Canter adesso rispettano la norma antinquinamento Euro VI, in abbinamento con la tecnica SCR.

Altrettanto nuova è la variante del modello Canter 7C18 con passo di 2800 mm, ideale per l'uso in cantiere quando bisogna combinare insieme sovrastrutture corte con un carico utile elevato, una notevole potenza del motore e una grande maneggevolezza. Inoltre il Canter sta per iniziare una nuova carriera come veicolo antincendio. Con un abbassamento del piano di seduta da parte dell'allestitore, il Canter con cabina di guida doppia diventa compatibile con le norme DIN antincendio e idoneo come autopompa per l'intera squadra. A tutto ciò si aggiunge anche la versatilità del Canter disponibile con cabina di guida singola e doppia, come pure con trazione 4x2 e 4x4.

Come produttore leader di autobus, Daimler Buses con i suoi marchi Mercedes-Benz e Setra e il marchio di servizi Omniplus è sempre orientato al futuro. Adesso il motore a 6 cilindri in linea OM 470 è ancora più parsimonioso, robusto e potente. Il Citaro NGT sorprende con basse emissioni. Il Setra con la configurazione di sedili 1+1-offre un'affascinante esperienza di viaggio. Nuovi equipaggiamenti per il comfort valorizzano ulteriormente gli autobus da turismo dei marchi Mercedes-Benz e Setra, mentre il Coach MediaRouter li trasforma in un hotspot mobile. Infine Omniplus ha ulteriormente ampliato la sua vasta gamma di servizi: il collaudato 24h Service è migliorato grazie alla Telediagnosi, mentre con il Bus Depot Management Omniplus fornisce un supporto alle officine dei clienti e il "Fernbus Service" provvede agli autobus da turismo delle autolinee a lungo raggio.

Première internazionale per il Mercedes-Benz Future Bus con CityPilot

Ancora più sicuro, efficiente e confortevole: il Mercedes-Benz Future Bus a guida parzialmente automatizzata con CityPilot dimostra che aspetto avrà il trasporto pubblico locale di domani. Connettività, telecamere e sistemi radar, insieme alla fusione di dati, proiettano l'autobus urbano nel futuro. Mercedes-Benz ha illustrato questa spettacolare tecnica in un prototipo tecnologicamente avanzato: il Mercedes-Benz Future Bus con CityPilot. Unite insieme, queste innovazioni rappresentano una pietra miliare sia nella storia degli autobus che sulla strada verso la guida autonoma e senza incidenti.

La tecnica del CityPilot nel Mercedes-Benz Future Bus deriva fondamentalmente da quella adottata sull'autocarro a guida autonoma Actros Mercedes-Benz con Highway Pilot presentato due anni fa al Salone IAA, pur essendo stata decisamente perfezionata e integrata con numerose funzioni per soddisfare le esigenze di impiego specifiche di un autobus urbano. Di conseguenza il CityPilot può, ad esempio; riconoscere i semafori, comunicare con essi e attraversare con sicurezza gli incroci semaforici. Inoltre è in grado di rilevare la presenza di ostacoli e soprattutto di pedoni sulla carreggiata, frenando autonomamente. In più si accosta automaticamente alle fermate, sia aprendo che chiudendo le porte da solo e infine, ma non meno importante, percorre anche le gallerie.

Una decina di telecamere scansiona la carreggiata e l'ambiente circostante, mentre sistemi radar a lungo e corto raggio monitorano costantemente la strada da percorrere. A tutto ciò si aggiunge un sistema GPS. L'insieme di tutti questi dati, uniti attraverso un processo di fusione, forniscono un'immagine estremamente precisa e consentono di posizionare l'autobus con una precisione al centimetro.

Il CityPilot viene presentato a bordo del prototipo tecnologicamente avanzato Mercedes-Benz Future Bus. Questo autobus singolo lungo circa 12 m, basato sul bestseller mondiale Citaro, indica strade totalmente nuove per il design di esterni e interni. Le sue linee armoniose con una configurazione asimmetrica si ispirano all'architettura urbana. Sia che si tratti di design, illuminazione, disposizione delle porte o sistemi di informazione, l'esclusivo Mercedes-Benz Future Bus rende pienamente omaggio al proprio nome.Questo vale anche per gli interni che nella loro configurazione aperta ricordano le piazze e i parchi. L'abitacolo, suddiviso in tre zone a seconda della durata della permanenza sull'autobus, si rivela un vero e proprio "vano passeggeri da sogno". Lungo le pareti, i sedili disposti in modo disinvolto hanno la forma di poltrone di design. Innovativi mancorrenti riprendono l'idea del parco, dispiegandosi in alto come i rami di un albero verso il soffitto bicolore, la cui illuminazione ricorda il fogliame. Per i servizi di informazione e intrattenimento, i gestori possono usufruire di grandi monitor situati nella parte centrale del vano passeggeri. Il posto di guida, completamente rinnovato, costituisce una parte integrante dell'ambiente. Il conducente riceve le informazioni di cui necessita su un ampio display con una rappresentazione innovativa.

Mercedes-Benz Citaro NGT: ancora più silenzioso e pulito con motore a gas

Marcia silenziosa ed emissioni di CO2 ridotte, consumi contenuti e numerosi posti per i passeggeri, potente erogazione di potenza e minori consumi di carburante, a cui si aggiungono lunghi intervalli di manutenzione: il Citaro NGT Mercedes-Benz con il motore a gas metano M 936 G celebra il suo debutto al Salone Internazionale dei Veicoli Industriali (IAA). Si tratta di un modello che offre notevoli vantaggi per il trasporto nei centri urbani congestionati dal traffico.

Il compatto e leggero motore a gas metano da 7,7 l di cilindrata raggiunge le prestazioni di un motore diesel, fissando al tempo stesso nuovi parametri di riferimento sul fronte delle emissioni acustiche e allo scarico. Il motore sovralimentato si basa sul modernissimo turbodiesel OM 936. Il 6 cilindri in linea montato verticalmente è un motore monovalente alimentato a metano compresso che eroga 222 kW (302 CV) a 2000 giri/min e raggiunge una coppia massima di 1200 Nm costante tra 1200 giri/min e 1600 giri/min, scendendo, a volte ampiamente, sotto i valori limite di emissione prescritti dalla norma Euro VI. Alla trasmissione provvedono i cambi automatici con convertitore di coppia.

Sotto una copertura sul tetto sono riposte bombole di gas di nuova concezione, realizzate in un materiale composito con un nucleo sintetico e un rivestimento in fibre di carbonio con l'aggiunta di fibre di vetro. Questa combinazione di materiali risulta da un lato leggera e dall'altro estremamente robusta.

Le nuove bombole di gas e il motore compatto permettono di contenere il sovrappeso del Citaro NGT insito nel tipo di trazione rispetto al modello diesel, tanto che nella versione a vettura singola la differenza corrisponde ad appena 485 kg circa. Nella versione di serie, l'autobus Citaro NGT a vettura singola trasporta fino a 96 passeggeri, mentre l'autosnodato Citaro G NGT può ospitare 153 persone.

Mercedes-Benz Vision Van.

Mercedes-Benz Vans prosegue il suo cammino sulla via del successo: dopo il picco registrato nel 2015, il settore strategico promette altri record per l'anno in corso. Alla base c'è la vincente e aggiornatissima gamma dei modelli: lo Sprinter è il veicolo commerciale di maggiore successo in Europa, e le nuove versioni di peso e potenza lo rendono ancora più interessante; il Vito si impone come veicolo commerciale a scala mondiale, con forti presenze in Europa, Nord America (con il nome Metris), Sud America e Cina; il Citan rappresenta una solida realtà nel segmento dei furgoni per le consegne in ambito urbano. L'accattivante gamma dei modelli è accolta positivamente in tutto il mondo. Nell'ambito della strategia settoriale "Vans goes global" Mercedes-Benz Vans produce in Europa occidentale e orientale, Nord America, Sud America e Cina. Numerose offerte di servizi assistenza allargano il ventaglio dei prodotti
per i veicoli commerciali con la Stella.

Con il Vision Van, Mercedes-Benz Vans presenta un rivoluzionario progetto di veicolo commerciale per l'utilizzo in ambito urbano, che in quanto sistema globale integra molteplici tecnologie innovative per le consegne dell'ultimo miglio e definisce in tal modo i requisiti prestazionali e le relative soluzioni per le future generazioni di veicoli commerciali.

Il Vision Van è dotato di un vano di carico completamente automatizzato, di droni integrati per la consegna aerea autonoma e di un moderno comando a joystick. Grazie a un brillante motore elettrico da 75 kW dotato di un'autonomia massima di 270 km, le consegne con il Vision Van si effettuano a emissioni zero locali; la trazione elettrica garantisce inoltre il permesso di circolazione del Vision Van nelle zone a traffico limitato delle città, anche in caso di divieto d'accesso per i veicoli a combustione interna. Il motore elettrico pressoché silenzioso facilita le operazioni di recapito a tarda ora nei centri abitati per le consegne Same Day Delivery.

Il Vision Van mette in rete numerose tecnologie innovative, diventando l'elemento intelligente centralizzato in una catena delle consegne completamente connessa in rete. Algoritmi di nuovo tipo controllano lo smistamento e il caricamento dei colli, la gestione completamente automatizzata del vano bagagli, la pianificazione degli itinerari per il veicolo e i droni per le consegne, oltre a calcolare i percorsi di consegna ottimali per i corrieri. Le spedizioni, ad esempio, vengono smistate automaticamente nel centro logistico e caricate in appositi sistemi a scaffalatura. Veicoli per la movimentazione privi di conducente caricano le scaffalature con un processo automatizzato in un'unica soluzione, il cosiddetto One Shot Loading. La gestione intelligente del vano bagagli porge automaticamente i pacchi ai corrieri nel punto di scaricamento per il recapito manuale, tramite un dispositivo di distribuzione interno al veicolo. Parallelamente il sistema distribuisce a due droni un carico utile di 2 kg ciascuno, che questi ultimi sono in grado di consegnare autonomamente in un raggio di 10 km. L'interazione del software di controllo basato su cloud con un hardware ottimale presenta considerevoli vantaggi in termini di tempo ed efficienza, e innalza il livello di qualità e flessibilità dei servizi di consegna in ambito urbano. Diminuiscono ad esempio notevolmente i tempi di consegna unitari e i tempi di fermo del veicolo a bordo strada, cioè il cosiddetto Curbside Time. Il veicolo permette inoltre nuove opportunità per la consegna dei pacchi nello stesso giorno dell'ordine e il puntuale recapito all'orario indicato dal Cliente finale: aumenta il comfort per il destinatario e allo stesso tempo i tentativi di consegna a vuoto si riducono a casi eccezionali. Ai già citati benefici in termini di efficienza contribuiscono il sistema One Shot Loading, la tecnologia di automatizzazione nel vano di carico e l'integrazione dei droni per le consegne. La tecnologia garantisce inoltre la quasi totale esclusione di errori nella consegna.

Con un design avveniristico Mercedes-Benz Vans apre nuove prospettive alle generazioni di veicoli commerciali di "dopodomani". L'intelligenza, l'efficienza e il collegamento in rete si fondono nel veicolo come mai era accaduto prima. Basta uno sguardo al design del frontale per trasportare l'osservatore in un lontano futuro. Il frontale è definito dal parabrezza estremamente ampio, che s'inarca fino alle fiancate come una sorta di visiera high-tech, dalla mascherina del radiatore Black Panel con matrice a LED integrata, grazie alla quale il Vision Van comunica con il suo ambiente, e dalla linea progressiva dei fari con tecnica LED; il profilo affilato di questi elementi contrasta con le morbide superfici del veicolo, in un dialogo carico di tensione tra passione ed emozioni da un lato, e tecnologia e funzionalità dall'altro. Il veicolo comunica con l'ambiente attraverso i display a LED collocati sul frontale e sulla parte posteriore, segnalando ad esempio quando i droni per le consegne si levano in volo, il veicolo è fermo o l'operatore scende.

Sprinter: portfolio ampliato e potenziato, motori ancora più brillanti

Il veicolo commerciale numero uno in Europa si presenta al Salone Internazionale dei Veicoli Industriali (IAA) in grandissima forma, nelle vesti di Furgone, Kombi o flessibile e capace piattaforma per qualsiasi tipo di allestimento e sovrastruttura. La già alquanto varia gamma delle versioni del prestigioso Sprinter si arricchisce tra l'altro di un'ulteriore versione con 5,5 t di peso totale a terra. La gran varietà di versioni di peso consente allo Sprinter di coprire l'ampio spettro compreso tra 3,0 t e 5,5 t di peso totale a terra. Con l'ampliamento della gamma dei modelli il carico utile massimo del Furgone sale di una mezza tonnellata al valore massimo di 3,15 t, l'Autotelaio con cabina di guida ha ora la capacità di carico massima di 3,46 t, il carico utile del veicolo commerciale raggiunge così un livello record per questa categoria di peso.    

Categoria: Saloni