LE SUPERCAR DEL SALONE INTERNAZIONALE DELL’AUTO GINEVRA 2016

Il Salone dell’Auto di Ginevra è anche l’occasione per ammirare le grandi vetture di lusso e quelle più accentuatamente sportive da supercar.

La FERRARI ha esposto la GTC4Lusso, dalle prestazioni sportive al vertice, fruibilità in ogni condizione e massima eleganza. E’ equipaggiata con l’ultima evoluzione del motore aspirato V12 Gran Turismo Ferrari da 690 CV con una velocità massima di 335 km/hin grado di esprimere prestazioni ed efficienza garantendo allo stesso tempo una presenza timbrica tanto esaltante nella guida sportiva quanto raffinata nei contesti Gran Turismo. Gli interni sono estremamente raffinati e disegnati intorno agli occupanti con il concetto di Dual cockpit a sottolineare l’indole della vettura nel condividere le emozioni di guida con ulteriori passeggeri. Molti, inoltre, anche gli interventi volti a incrementare il livello di comfort a bordo. LAMBORGHINI ha presentato, proprio nell’anno in cui l’azienda celebra il centenario della nascita del fondatore Ferruccio Lamborghini, la Centenario dal design futuristico e della quale ne verranno prodotti solamente 40 esemplari, 20 coupé e 20 roadster, tutti già venduti al prezzo base di 1,75 milioni di Euro tasse escluse. Dotata di motore V12 aspirato da 770 C, vanta una velocità massima che supera i 350 km/h con uno spazio di frenata da 100 km/h all’arresto totale di 30 metri mentre la monoscocca e la carrozzeria sono totalmente in fibra di carbonio e riducono il peso fino a 1.520 kg. BUGATTI ha sfoggiato la Chiron, prodotta in serie limitata e che sostituisce la Veyron. 1500 e 1600 rispettivamente la potenza in cavalli e la coppia motrice in Nm con un motore W16 8.0 litri quadriturbo con turbine a doppio stadio e cambio automatico doppia frizione a sette rapporti, con trazione integrale permanente. La Chiron raggiunge la velocità massima limitata dalla fabbrica di 420 km/h con un prezzo di 2.4 milioni di euro esclusi optional e tasse. La PORSCHE ha presentato le suo nuove vetture “nate per le curve”, la 911 R e la 718 Boxter in anteprima mondiale. Entrambi i modelli interpretano l’arte della dinamica trasversale in modo inedito: la 911 R come vettura purista con il potente motore aspirato da 500 CV sul lato posteriore, la Roadster con telaio affinato e motore centrale a quattro cilindri sovralimentato; la 718 Boxster eroga 300 CV da due litri di cilindrata mente la 718 Boxster S eroga 350 Cv da una cilindrata di 2,5 litri. La CHEVROLET in gran spolvero con la nuova Camaro di sesta generazione, una vettura più leggera (-94 kg), più potente (+5%) e più efficiente (+25%). Per la prima volta in assoluto è disponibile anche ella versione Camaro Turbo con motore a benzina 2.0T che sviluppa 276 Cv accanto al motore 6.2L V8 che sviluppa l’impressionante valore di 453 Cv. Sarà disponibile da giugno 2016 a partire da Euro 39.900. Presentata anche la Corvette Grand Sport 2017 coupé e cabriolet. ASTON MARTIN era presente con la sostituta della DB9 dopo 12 anni di onorata carriera, la DB11. Il motore sarà il V12 biturbo da 5.2 litri evoluzione del precedente 6 litri con una potenza di 608 Cv ed il vecchio cambio automatico a sei marce lascia il posto a un moderno automatico firmato ZF a 8 rapporti. Successivamente arriveranno i motori frutto della partnership con Mercedes AMG e in particolare un V8 4 litri biturbo. BENTLEY come principale novità ha portato al Salone la nuova Mulsanne svelata anche nelle versioni Speed ed Extended Wheelbase. L’ammiraglia del marchio presenta un look più fresco e moderno e qualche novità anche dal punto di vista tecnico. Per quanto riguarda le motorizzazioni la Mulsanne è spinta dal V8 da 512 Cv mentre la Speed dal V8 biturbo da 537 Cv. Presentata anche la nuova Flying Spur V8 S  con motore V8 biturbo dalla potenza complessiva di 528 cavalli. PAGANI ha portato al debutto la nuova versione della Huayra BC che rispetto alle altre versioni dispone di una versione aggiornata del V12 biturbo di Mercedes AMG; il 6.0 litri, infatti, dispone di oltre 750 cavalli con trazione posteriore e cambio automatico AMT a 7 rapporti che si abbina ad un differenziale meccanico a controllo elettronico. JAGUAR  è arrivata al Salone con la F-Type SVR, interpretazione più estrema della coupé inglese con motore V8 da 5 litri sovralimentato con volumetrico che eroga 575 cavalli ed è collegato a un cambio automatico Quickshift 8 marce ritarato. Le prestazione sono da era supercar: 322 km/h di velocità massima e un’accelerazione da zero a cento in 3”7, uguale valore garantito dalla Convertible, fatta eccezione per la velocità, che scende a 314 km/h. la LOTUS ha esposto la Evora 410 Sport e la Elise Cup 250. La Cup 250, evoluzione della Cup 220, è spinta da una nuova versione a maggior potenza del propulsore a quattro cilindri da 1.8 litri con compressore volumetrico da 246 cv ed una velocità massima di 248 km/h; la 410 Sport, invece, grazie all’impiego di numerosi componenti in carbonio è riuscita a limare ben 70 kg di peso ed utilizza una versione rivisitata del motore 6 cilindri da 3500 cc sovralimentato in grado di sviluppare 416 cavalli ed una velocità massima di 300 km/h. McLAREN ha ampliato l’esclusiva Sports Series con la 570GT dalle prestazioni al top della categoria ma comunque funzionale tanto da essere adatta a un utilizzo quotidiano grazie anche al portellone posteriore in cristallo con apertura laterale che offre 220 litri di capacità di carico supplementare sul pianale rivestito in pelle. Il prezzo in Italia partirà da 200.500,00 Euro. Debutto anche per la 675LT Spider, artigianale, veloce ed esclusiva e prodotta in soli 500 esemplari già interamente venduti. Da ultimo il marchio ROLLS ROYCE in antemprima mondiale con le versioni ‘Black Badge’ della Ghost e della Wraitch in cui il colore nero lucido la fa da padrone con elementi per esprimere un lusso sofisticato e più dark. Tra le altre caratteristiche il logo con la classica “doppia R” con lo schema cromatico invertito cioè argento su sfondo nero. Anche i motori sono più “cattivi” con un aumento di 40 Cv per un valore complessivo di 603 per il V12 da 6,6 litri della Ghost Black Badge mentre per la Wraith è stata incrementata la coppia di 70 Nm nel già potente propulsore da 623 cavalli. 

Categoria: Saloni