SUZUKI HYBRID ART PRENDE VITA AL SALONE AUTO TORINO 2018

Tra gli oltre quaranta marchi del mondo automotive partecipanti, Suzuki presenta il “ThinkHybrid. DRIVE SUZUKI.”mettendo in evidenza il tema della mobilità alternativa e sostenibile, oggetto della omonima campagna di comunicazione, on air nel mese di maggio. A dividere lo spazio espositivo e l’attenzione del pubblico con la tecnologia Suzuki HYBRID, sarà la gamma sportiva di Hamamatsu, in tutte le sue possibili declinazioni: Auto, Moto e Marine. 

A rappresentare la tecnologia Suzuki Hybrid ci sarà una IGNIS in una speciale, unica e ‘coloratissima’ livrea, mentre il Giallo Champion e il nero saranno il filo conduttore della sportività dei modelli della Casa di Hamamatsu.

 

Un capolavoro di tecnologia

“Think Hybrid. Drive Suzuki.”, claim dell’attuale campagna Suzuki HYBRID, è l’espressione di un modo di pensare trasversale e fuori dagli schemi, di cui Suzuki si fa promotrice. Il pubblico che visiterà il Parco Valentino nei giorni del Salone potrà vivere l'esperienza del “Think Hybrid”, grazie ad una originale performance artistica, che vedrà la realtà diventare un’opera d’arte e viceversa.

Tutto ciò consentirà di dare forma e sostanza alla filosofia Suzuki “Think Hybrid”, simbolo della contaminazione continua del design, dell’arte, della moda e della tecnologia nella realtà contemporanea. 

 

Nell’area espositiva Suzuki, i visitatori potranno infatti ammirare una colorata ed ‘artistica’ IGNIS HYBRID oggetto dellaSuzuki Hybrid Art”,ultima performance in ordine temporale dell’artista, scenografo ed effettista di fama mondiale, Leonardo Giacomo Borgese. 

Sarà possibile osservare l’artista ultimare il temporary masterpiece, sullo stand Suzuki, nella giornata di apertura delle kermesse torinese. 

Pensare fuori dagli schemi rappresenta il medesimo approccio che ha portato Suzuki a sviluppare l’innovativo sistema ibrido, che soddisfa il bisogno di una mobilità alternativa e sostenibile utilizzando le tecnologiepiù avanzate.

 

Cuore del sistema Suzuki HYBRID è il dispositivo Integrated Starter Generator (ISG) che svolge, al tempo stesso, le funzioni di generatore di corrente, motorino di avviamento e motore elettrico. Ad alimentarlo sono batterie agli ioni di litio leggere e compatte, sistemate sotto il sedile di guida, che accumulano energia nelle fasi di rallentamento e la forniscono poi al motore elettrico per supportare quello termico nelle ripartenze e quando è richiesto uno spunto deciso. Questo intervento puntuale consente di abbattere sensibilmente i consumi e le emissioni e rende la progressione più vivace. La tecnologia Suzuki HYBRIDè dunque il massimo della praticità, perché non richiede accorgimenti da parte del pilota né ricariche esterne ed entra in funzione in modo discreto solo quando serve davvero, in modo efficace.

 

Esaltazione della performance

La sportività che da sempre fa parte del DNA della Casa di Hamamatsu è l’altro tema che troverà spazio sullo stand Suzuki durante il Salone dell’Auto di Torino. Nell’area dedicata alle performance sarà possibile trovare le tre anime di Suzuki, auto, moto e motori marini, nella loro massima espressione di potenza oggi disponibile per i Clienti, presentando al pubblico oltre 690 hp.

La tinta dominante sarà il Giallo Champion, il giallo acceso che storicamente rappresenta la livrea della SWIFT S 1600 ufficiale che dominò il Junior World Championship e che distingue le Suzuki che si sono affermate nei campionati mondiali di Motocross.

Sulla passerella Suzuki del Parco Valentino dominano 3 one-off tutte nella esclusiva livrea Beeracing, nei colori sportivi tradizionali del marchio di Hamamatsu : la SWIFT SPORT da 140 hp, sold out sul web store di Suzuki, che accosta la carrozzeria Giallo Champion al nero Dubai metallizzato di tetto, montanti, calotte e specchi; la GSX-R1000, 202 hp, indiscussa regina delle moto supersportive; il motore fuoribordo DF350A, il cui V6 da 4,4 litri e 350 hp con la doppia elica del sistema dual prop rappresenta lo stato dell’arte della tecnica Marine.

 

SWIFT SPORTè la perfetta espressione della filosofia Suzuki in materia di performance, che privilegia l’equilibrio e il piacere di guida più puro rispetto alle prestazioni fini a sé stesse. Costruita attorno alla moderna piattaforma HEARTECT, SWIFT SPORT combina una massa a vuoto di appena 975 kg con i 140 cv e i 230 Nm del motore 1.4 BOOSTERJET. Il risultato sono rapporti peso/potenza e peso/coppia tra i migliori della categoria, che permettono spunti esaltanti sin dai bassi regimi e danno la possibilità di sfruttare appieno le doti del telaio. Le carreggiate allargate fanno apparire SWIFT SPORT letteralmente incollata all’asfalto e a trasformare questa sensazione in realtà provvede poi un assetto che sfrutta una particolare geometria dei bracci e raffinati ammortizzatori Monroe®. Il contatto ottimale tra il battistrada e l’asfalto si traduce in un’eccellente tenuta di strada e in reazioni rapide e precise ai comandi del pilota, per una guida sempre divertente e incisiva.