TUTTO PRONTO PER IL RITORNO IN PISTA DELL’OVALE BLU

La versione da competizione della Ford GT, la nuova supersportiva dell’Ovale Blu, scenderà in pista questo weekend per gareggiare nella celebre 24 Ore di Daytona. L’appuntamento si svolgerà sul celebre Daytona International Speedway,  noto  per  le  iconiche  curve  sopraelevate  e  i  lunghi  rettilinei   parabolici. Il debutto della Ford GT in pista sancisce il ritorno dell’Ovale Blu nel mondo del motorsport mondiale e delle corse endurance più emozionanti, riportando nel cuore degli appassionati le epiche sfide tra costruttori leggendari e le rivalità tra grandi piloti.

 

La 24 Ore di Daytona è il primo appuntamento del Campionato IMSA WeatherTech SportsCar. La Ford GT correrà anche nel Campionato Mondiale Endurance FIA, nell’ambito del quale scenderà in pista alla 24 Ore di Le Mans a 50 anni dalla storica vittoria del 1966, quando la Ford GT40 dominò l’intero podio.

 

A Daytona scenderanno in pista i piloti del team Ford Chip Ganassi Racing: Ryan Briscoe (Australia), Richard Westbrook (Regno Unito), Dirk Müller (Germania) e Joey Hand (Stati Uniti). Müller e Hand guideranno la Ford GT n.66, mentre Briscoe e Westbrook saranno al volante della n.67. Gli appassionati del motorsport non si lasceranno sfuggire il significato storico della numerazione attribuita alle Ford GT.

 

L’Ovale Blu correrà con 2 Ford GT nel Campionato Mondiale Endurance FIA e con altrettante nel Campionato IMSA WeatherTech SportsCar. La squadra, inoltre, scenderà in pista con tutte e 4 le Ford GT in occasione della 24 Ore di Le Mans.

Anche se l’heritage sportivo Ford nell’endurance riporta agli indimenticabili Anni  ’60, è la storia recente a  guidare  il rinnovato  impegno dell’Ovale Blu  nel  motorsport. Nel 2014, l’EcoBoost V6 3.5 bi-turbo che scenderà in pista a bordo della Ford GT ha conquistato,  in  circa 25mila chilometri percorsi  in gara nel  campionato    IMSA, 3 vittorie, compresa quella conseguita alla prestigiosa 12 Ore di Sebring, alle quali si aggiungono 7 podi. Nel 2015, il motore ha dominato la Rolex 24 di Daytona e la Lone Star Le Mans, la gara americana che rende omaggio all’autodromo francese. In totale, il team Ganassi ha conquistato 7 titoli IMSA e 46 vittorie, di cui 6 alla Rolex 24 di Daytona.

I piloti:

 

Joey Hand: considerato uno dei migliori piloti stradali al mondo, Hand è entrato nel team Ganassi nel corso della stagione 2015 del campionato IMSA prototipi. Ha ottenuto 5 podi, di cui  un    posto  a  Road  Atlanta.  In  passato  ha  vinto  la  Rolex  24  di  Daytona, ha gareggiato nella DTM Series dal 2012 al 2014 e nella American Le Mans Series dal 2004 al 2011, ottenendo 2 vittorie alla 12 Ore di Sebring e conquistando il titolo piloti nel campionato GT 2011.

 

Ryan  Briscoe:  con  12  vittorie  nel  circuito  IMSA  e  8  nel  campionato  Verizon  IndyCar, Briscoe  è  un  campione  assoluto  dellasfalto.  Ha  iniziato  la  sua  carriera  in  IndyCar  nel 2005, guidando lauto n. 33 per il Target Chip Ganassi Racing (TCGR), ha corso la Rolex 24 a Daytona nel 2005, tornandovi nel 2015 e ottenendo il 1° posto nella prestigiosa gara, affiancandole unaltra vittoria alla 12 Ore di Sebring nella classe GTLM.

 

Dirk Müller. Veterano del motorsport, Dirk Müller ha iniziato la sua carriera nell’IMSA 17 anni fa, correndo 111 gare, ottenendo 18 vittorie e 30 pole position. Di recente ha corso con il BMW Team RLL nel campionato GTLM.

 

Richard Westbrook: dopo una lunga esperienza carriera a bordo di kart e vetture a ruote scoperte, Westbrook è passato alla categoria GT correndo con Porsche. Nel 2009, ha vinto il Campionato FIA GT2 e nel 2011, con Chevrolet, ha partecipato ai programmi prototipi e GT. Ha ottenuto 8 vittorie, tra cui la 12 Ore di Sebring del 2013 e la 6 Ore di Sahlen, e 8 pole position.

 

 

Categoria: Sport