20 ANNI DI INNOVAZIONE PER IL MERCEDES SPRINTER #BASILICATACOASTTOCOAST

In occasione del ventesimo anniversario del straordinario Mercedes Sprinter, abbiamo avuto l’opportunità di guidare le tre versioni negli anni prodotte a partire dalla versione del 1995 per poi passare alla versione rinnovata del  2006 e finire alla attuale versione arrivata nel 2013 con il nuovo facelift (e nel 2015 con le nuove versioni Executive e Pro). Il nostro test drive si è svolto lungo un tragitto davvero suggestivo con partenza da Bari per poi sostare nello splendido scenario di Matera e rientrare con destinazione Salerno. Una Basilicata Coast to Coast tutta da vivere a bordo del Mercedes Sprinter!

Ma ripercorriamone le tappe storiche: nella primavera del 1995 debutta la prima generazione Sprinter: una pietra miliare da diversi punti di vista. Lo Sprinter è il primo veicolo commerciale della Stella a non essere identificato da sobri codici alfanumerici, ma da un nome vero e proprio. Il primo Sprinter segue le orme di una vera leggenda dei van, identificato dalla denominazione Mercedes-Benz T1, che in 18 anni è stato prodotto in quasi un milione di esemplari.  Già nel primo anno di produzione completo, il 1996, lasciano le linee di Düsseldorf oltre 100.000 esemplari: un successo annunciato. Solo nel 2014, sono stati ben 186.114 gli esemplari costruiti a Düsseldorf ed a Ludwigsfelde, in Germania, nella metropoli argentina Buenos Aires, a Charleston nello stato americano del South Carolina, nella cittadina russa di Nischni Nowgorod ed a Fuzhou, in Cina. Oggi Sprinter viene prodotto in 6 stabilimenti su 4 continenti. E, con ogni probabilità, nell’anno in corso, lo Sprinter segnerà un nuovo record assoluto. Fino ad oggi Mercedes-Benz ha al suo attivo una produzione di quasi tre milioni di Sprinter.

Alla base del grande successo dello Sprinter sicuramente il relativo concept, specificamente studiato, ed i continui sviluppi: si tratta infatti di un veicolo in costante evoluzione. La gamma di varianti molto articolata, che comprende nel frattempo tre passi, quattro lunghezze e tre altezze, pesi complessivi compresi tra 3,2 e 5 t, un’ampia scelta di varianti di carrozzeria ed equipaggiamenti di serie, è in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza, garantendo alla Stella una posizione di leadership su questo fronte. L’offerta viene completata da un efficiente sistema di gestione degli allestitori, in grado di offrire ulteriori soluzioni in stretta collaborazione con specialisti certificati nel settore.

Già al debutto, nel 1995, fece clamore con il più potente motore diesel della sua classe: in quegli anni erano sufficienti allo scopo 90 kW (122 CV). Oggi la gamma delle potenze dei motori diesel spazia da 70 kW (95 CV) a 140 kW (190 CV); sono, inoltre, disponibili due motorizzazioni a metano, monovalente e bivalente, con una potenza di 115 kW (156 CV). Sprinter è disponibilie con cambio ECO Gear a sei marce, tradizionalmente impiegato sui veicoli commerciali, o automatico con convertitore di coppia a sette marce 7G-TRONIC. Se occorre affrontare frequentemente tratti sconnessi, è possibile optare per la versione 4x4, che dispone di sistema di trazione integrale autonomamente sviluppato ed offerta direttamente come dotazione di fabbrica.

Sprinter non è solo potente, ma anche parco nei consumi ed ecologico. Gli intervalli di manutenzione si attestano a 60.000 km. Nel 2013 la Casa di Stoccarda è stata la prima ad aver messo a disposizione, insieme al nuovo Sprinter, una gamma completa di motori conformi alla norma sui gas di scarico Euro VI diversi anni prima delle imposizioni di legge.

Una delle caratteristiche di eccellenza di Sprinter è la cabina, spaziosa e confortevole. Nel corso degli anni Mercedes-Benz non ha mai smesso di svilupparla e perfezionarla, con nuove dotazione di serie.

Sprinter non è esclusivamente sinonimo di comfort, ma anche di sicurezza. Già dal 1995 poteva, infatti, contare su i freni a disco su tutte le ruote, sistema antibloccaggio ABS e numerosi altri equipaggiamenti, fissando nuovi standard nel segmento. Nel 2002 debutta tra le dotazione di serie di Sprinter l’Electronic Stability Program ESP®: una novità mondiale nel settore dei veicoli commerciali. Un anno dopo, cinque nuovi sistemi di assistenza salgono a bordo del nuovo Sprinter in una continua evoluzione all’insegna di sicurezza, comfort ed efficienza.

Lo sviluppo non si arresta mai, come testimoniano i continui successi dello Sprinter. Dopo l’anno del debutto, già nel 2000, si presentava completamente rivisitato sia dal punto di vista estetico che tecnico. Un profondo restyling cui nel 2002 segue un nuovo intervento stilistico, mentre nel 2006 debutta uno Sprinter completamente nuovo. Nel 2009 è la volta di nuove motorizzazioni e cambi, mentre nel 2013 arriva il nuovo facelift. Nel 2015, l’ultimo, provvisorio traguardo è rappresentato dalle nuove versioni EXECUTIVE e PRO che completano l’offerta Mercedes nel segmento Large Van e garantiscono un importante vantaggio cliente.

Oggi lo Sprinter si presenta con un maggior carico utile e una maggiore potenza inaugurando un nuovo capitolo della sua storia. La gamma si arricchisce, infatti, di una versione da 5,5 t di peso complessivo, arricchendo così un ampio spettro di varianti, che spazia da 3 a 5,5 tonnellate. Con l’ampliamento dell’offerta il carico utile cresce di quasi mezza tonnellata, raggiungendo così 2,95 t circa per lo Sprinter Furgone, mentre nel caso della versione Autotelaio con cabina, la portata raggiunge circa 3,41 t. Il carico utile, specialmente con la variante Furgone, segna quindi un valore record in questa classe di peso. Mercedes-Benz Vans intende così andare incontro alle esigenze dei propri Clienti: in numerosi settori, infatti, per affrontare in modo ottimale le sfide quotidiane è necessario disporre di maggior carico utile. Con la sua nuova classe di peso, lo Sprinter è oggi ancora più interessante per le numerose ditte che realizzano allestimenti e trasformazioni, il 50% degli Sprinter prodotti viene dotato di un allestimento o di speciali componenti aggiuntivi.

Parallelamente Mercedes-Benz ha rivisitato i motori diesel dello Sprinter.

Si tratta dell’unico van in Europa disponibile già da tre anni con una gamma completa di motori conformi alla norma Euro VI. Mercedes-Benz converte l’intera offerta di motorizzazioni per il mercato europeo alla norma Euro 6/VI. Viene impiegata a tal fine l’efficiente depurazione dei gas di scarico con tecnologia SCR ed iniezione di AdBlue. Questa soluzione garantisce una combustione molto efficiente, con bassi consumi di carburante, basse emissioni di CO2 e gas di scarico puliti.

Allo stesso tempo, le motorizzazioni nelle varianti di potenza inferiori diventano molto più dinamiche. La motorizzazione entry level è rappresentata oggi dal quattro cilindri OM 651 2,15 litri di cilindrata, i cui 84 kW (114 CV) e 300 Nm equivalgono ad un aumento dei parametri di potenza e coppia pari al 20% rispetto all’offerta precedente. Anche la variante di potenza immediatamente superiore, 105 kW (143 CV) per 330 Nm di coppia, offre performance superiori di un buon 10% con entrambi i parametri. Invariati invece i valori per la versione più potente del quattro cilindri, il 120 kW (163 CV), e lo straordinario tre litri V6 CDI con 140 kW (190 CV) di potenza e 440 Nm di coppia.

Per festeggiare i primi 20 anni di questo best seller assoluto, Mercedes-Benz ha realizzato un modello speciale con dotazioni esclusive denominato ‘Edition Sprinter’ e proposto nelle versioni Furgone e Kombi in colore argento brillante metallizzato. Lo stesso colore utilizzato anche per la verniciatura dei paraurti del modello Edition: un’anteprima assoluta per Sprinter. Un’ulteriore novità è rappresentata dai gruppi ottici posteriori colorati in nero e dai cerchi in lega leggera da 16’’, anch’essi in colore nero. In alternativa, ‘Edition Sprinter’ è disponibile con cerchi in lega leggera da 17’’ in color argento brillante. Il look del modello speciale è caratterizzato anche da una griglia del radiatore cromata e da una scritta sulla fiancata di Sprinter che segnala l’appartenenza del veicolo alla ‘Edition Sprinter’. I tappetini con l’esclusivo logo ‘Edition Sprinter’ danno il benvenuto nell’abitacolo. La versione Sprinter Kombi è dotata inoltre di un volante rivestito in pelle e cristalli bruniti nella zona posteriore.

‘Edition Sprinter’ è commercializzato in 19 Paesi europei, dalla Svezia alla Spagna, dalla Francia fino all’Ungheria, in soli 2.000 esemplari, di cui 30 destinati all’Italia. 

Non possiamo non concludere ricordando, dunque, che in due decenni Sprinter ha scritto una storia coronata da straordinari successi, attribuendo il proprio nome ad un’intera categoria di veicoli.  Una vera leggenda che continua a segnare nuovi record. Concept innovativo, qualità del prodotto esemplare e clienti soddisfatti sono le ragioni del grande successo che Sprinter ha riscosso in tutto il mondo. Oggi, oltre 2,9 milioni di persone in 130 Paesi della terra guidano uno Sprinter.    

Categoria: Test drive