GRANDI NUMERI PER LA IVECO - CNH INDUSTRIAL

In occasione della conferenza stampa IVECO avvenuta l’8 febbraio scorso Pierre Lahutte, IVECO Brand President ha presentato i risultati del quarto trimestre e dell’esercizio 2016.

 

I Veicoli Commerciali hanno registrato ricavi di vendita netti stabili nel 2016 rispetto al 2015 (in crescita dell’1,8% a cambi costanti), principalmente per effetto dell’incremento dei volumi dei veicoli commerciali e di prezzi netti favorevoli in EMEA, compensati da volumi inferiori nel business dei veicoli speciali e dall’impatto negativo delle differenze cambio di conversione. In LATAM, i ricavi di vendita netti sono diminuiti per effetto di una minore domanda in Brasile e Argentina. Nel quarto trimestre del 2016, i ricavi di vendita netti sono diminuiti dell’1,7% rispetto al quarto trimestre del 2015 (stabili a cambi costanti) per effetto di volumi inferiori negli autobus e nei veicoli speciali in EMEA e dell’impatto negativo  delle differenze cambio di conversione. I ricavi di vendita netti sono stati stabili in LATAM, mentre  sono aumentati in APAC, principalmente per i veicoli commerciali.

 

L’utile operativo dell’anno 2016 è stato di 333 milioni di dollari, un aumento di 50 milioni di dollari rispetto al 2015, nonostante una riduzione significativa nelle consegne contrattuali nel nostro business della difesa e  il ridimensionamento delle nostre attività in Venezuela. L’aumento su base annua è dovuto a migliori  prezzi netti, un minor costo dei materiali, un miglioramento della qualità del prodotto ed efficienze di produzione in EMEA, parzialmente compensati dall’impatto delle difficili condizioni della domanda in LATAM. Il margine operativo dell’anno è stato di 3,5% (in crescita di 0,5 punti percentuali rispetto al 2015). Nel quarto trimestre del 2016, l’utile operativo è stato di 131 milioni di dollari (155 milioni di dollari nel quarto trimestre del 2015), con un margine operativo del 4,7% (in calo di 0,7 punti percentuali rispetto al quarto trimestre del 2015). La diminuzione è principalmente dovuta a volume e mix sfavorevoli in  Argentina per effetto della consegne dovute alla transizione Euro III nell’anno passato, e all’effetto cambio di conversione negativo in alcuni mercati, parzialmente compensati da efficienze di produzione e da riduzioni nel costo dei materiali principalmente in EMEA.

 

Durante la conferenza si è voluto sottolineare il successo per Iveco Bus che si è aggiudicata la gara indetta per il rinnovo della propria flotta nel triennio 2017-2019 lo scorso novembre da ATM Milano per la fornitura di un massimo di 120 nuovi autobus Urbanway Hybrid 18 metri snodati, con un primo contratto applicativo di 21 veicoli. L’Urbanway Hybrid è il veicolo IVECO BUS per il trasporto pubblico che garantisce e consente una sensibile riduzione delle emissioni e dei consumi per una mobilità sempre più sostenibile a vantaggio della collettiva in cui opera. Il veicolo utilizza un sistema di trazione elettrica abbinata a un motore termico Euro VI e a  un  sistema di batterie di ultima generazione ioni di litio: un sistema intelligente di gestione della energia consente di ottimizzare consumi ed emissioni in fase di trazione, il sistema di accumulo è dimensionato in modo da consentire il recupero della energia in fase di frenatura e in particolare la funzione “Arrive & Go” consente l’approccio e la ripartenza alle fermate in modo 100% elettrico (zero emissioni ) anche per tratte significative. I veicoli che saranno oggetto della fornitura sono dotati di sistema ibrido di tipo seriale, con motore elettrico da 175 kW (picco) 120 kW (in modo continuo) e motore termico Tector da 210 Kw (286 Cv). La fornitura comprende anche un contratto di manutenzione full service per cinque anni e la consegna del primo veicolo è prevista entro giugno 2017.

 

Infine durante la conferenza é stato siglato l’accordo tra il Brand e Lannutti, azienda leader nella logistica integrata. All’evento era presente oltre a Pierre Lahutte, IVECO Brand President, Valter Lannutti, Presidente della società Lannutti.

 

L’accordo prevede l’acquisto da parte del Gruppo Lannutti di 610 Nuovi Stralis. La fornitura sarà composta da diverse tipologie di veicoli per coprire le diversificate esigenze di trasporto in funzione dei numerosi settori in cui opera il Gruppo Lannutti:

- Nuovi Stralis XP modello AS440S48TP con motore IVECO Cursor 11 da 480 Cv, dotati di cabina HI-WAY e concepiti per raggiungere il massimo dell’efficienza grazie ai più innovativi sistemi di riduzione di consumo carburante;

- Nuovi Stralis XP AT440S46TP SL, dotati di motore IVECO Cursor 11 da 460 Cv, in versione super light per massimizzare il carco utile;

- Nuovi Stralis AT440S46T/XP , dotati di motore IVECO Cursor 11 da 460 Cv, in versione trattore a tre assi 6x2.

- Nuovi Stralis AS440S40TP NP (Natural Power) dotati di motore IVECO Cursor 9 da 400 Cv, con doppio serbatoio di LNG, in grado di garantire fino a 1500 km di autonomia.

 

Tutti i veicoli saranno dotati di penumatici Michelin che con la formula Michelin Solution mira a supportare le grandi flotte con soluzioni innovative per l’efficienza, la produttività e la mobilità.

 

Pierre Lahutte, IVECO Brand President, ha dichiarato: “Sono particolarmente lieto di veder concretizzarsi l‘impegno che ci ha visto coinvolti in questi anni di partnership con Lannutti nello sviluppo dei nostri prodotti. Questo è il più importante accordo europeo per numero di veicoli: 610 Nuovi Stralis nelle versioni XP ed NP, entrambi soluzioni vincenti per un trasporto sostenibile da un lato il veicolo più performante nella riduzione dei consumi, e dall’altro il primo veicolo a gas naturale adatto per missioni di lunga distanza”.

 

Queste le parole di Valter Lannutti, Presidente dell’azienda: “Abbiamo scelto IVECO per portare avanti il percorso di rinnovamento della flotta principalmente per due ragioni: prodotto e fiducia reciproca. Un buon prodotto è la base del nostro business e abbiamo potuto testare direttamente che IVECO è innovazione e qualità. La seconda è la partnership che ci lega storicamente al Brand. La firma dell’accordo di oggi è il risultato di questo rapporto radicato da tempo: abbiamo sempre trovato in IVECO la sensibilità e la disponibilità giusta per trovare soluzioni di valore che facessero la differenza per la nostra azienda”.

 

Con questo accordo Lannutti conferma le sue ambizioni di player logistico europeo alla ricerca delle più innovative tecnologie

green grazie alla proficua e consolidata partnership con IVECO,  che rimarca il suo ruolo di “partner ideale per un trasporto

sostenibile”.    

Categoria: Trasporti