AUDI Q2: AL DEBUTTO I NUOVI MOTORI DIESEL


Si amplia l’offerta di nuova Audi Q2. Ancora più tecnologico e dinamico, il SUV compatto dei quattro anelli è ora disponibile anche nelle versioni 2.0 (30) TDI 116 CV con cambio manuale o a doppia frizione a 7 rapporti e 2.0 (35) TDI S tronic 150 CV. All’incremento della coppia e alla riduzione dei consumi rispetto alle motorizzazioni appannaggio del precedente modello si accompagna l’accesso agli incentivi statali per tutte le versioni in gamma. Un vantaggio che influisce positivamente sulle formule finanziarie dedicate.

 

Nuova Audi Q2, soglia d’ingresso della famiglia Audi Q, è caratterizzata da una silhouette più distintiva rispetto alla precedente generazione, dai servizi Audi connect ampliati, dai sistemi di assistenza alla guida derivati dai modelli Audi di categoria superiore e da una dotazione di serie ancora più completa: una “ricetta” decisamente ricca cui ora si aggiunge la disponibilità dei propulsori Diesel centrali all’offerta. Debuttano infatti a listino le motorizzazioni 2.0 (30) TDI 116 CV, proposta sia con la trasmissione manuale a 6 marce sia con il cambio a doppia frizione S tronic a 7 rapporti, e 2.0 (35) TDI S tronic 150 CV.

 

 

Rispetto al propulsore Diesel entry level appannaggio della precedente generazione della vettura, ovvero il quattro cilindri 1.6 TDI da 116 CV, nuova Audi Q2 2.0 (30) TDI può contare su consumi inferiori del 20% a fronte di un incremento della coppia di 50 Nm. La potenza massima è identica, ma disponibile a partire da un regime nettamente inferiore – 2.750 giri/min anziché 3.250 giri/min – e in un range più ampio. Ne conseguono prestazioni brillanti, con lo scatto da 0 a 100 km/h coperto in 9,9 secondi a fronte di una percorrenza media nel ciclo WLTP superiore a 21 km/litro. Il quattro cilindri 2.0 TDI, omologato secondo la più recente normativa antinquinamento WLTP 3.0 e caratterizzato da highlights tecnici quali i circuiti di raffreddamento separati per monoblocco e testata, la certosina riduzione degli attriti interni e l’albero di trasmissione alleggerito, garantisce un’elevata efficienza anche in abbinamento alla trasmissione S tronic, come sottolineato dai consumi di 4,7 – 5,2 litri ogni 100 chilometri e dalle emissioni di 124 – 136 grammi/km di CO2.

 

 

Non meno raffinato il quattro cilindri TDI di 1.968 cc con trasmissione S tronic a 7 rapporti, top di gamma tra i motori Diesel dedicati a nuova Audi Q2. Sinora proposto esclusivamente in abbinamento alla trazione quattro, diviene ora disponibile anche con le 2WD anteriori. Caratterizzato dai circuiti di raffreddamento separati, dal doppio albero di equilibratura, dalla radicale riduzione degli attriti interni e dal sistema d’iniezione common rail che opera a una pressione massima di 2.000 bar, eroga 150 CV e 360 Nm di coppia cui conseguono uno scatto da 0 a 100 km/h in 8,6 secondi e una velocità massima di 216 km/h. Omologato anch’esso secondo la normativa antinquinamento Euro 6d ISC-FCM (WLTP 3.0) – un obiettivo cui concorre il sistema SCR twin-dosing a doppia iniezione d’urea – garantisce consumi nel ciclo combinato WLTP di 4,7 – 5,3 litri ogni 100 chilometri ed emissioni di 124 – 138 grammi/km di CO2 .

 

L’efficienza di entrambi i propulsori 2.0 TDI consente a tutte le versioni a listino di Audi Q2 2.0 (30) TDI 116 CV con cambio manuale o a doppia frizione e di Audi Q2 2.0 (35) TDI S tronic 150 CV di accedere agli incentivi – sino a 3.500 euro in caso di rottamazione – attivati dalla Legge di Bilancio 2021. Un vantaggio che ha riflessi positivi sui programmi Audi Value e Audi Value noleggio. I Clienti dei quattro anelli beneficiano non solo della certezza nell’investimento, della trasparenza nelle spese di gestione e della flessibilità nelle condizioni, caratteristiche distintive delle formule finanziarie Audi, ma anche della possibilità di utilizzare l’Ecobonus per ridurre indifferentemente le rate e/o l’anticipo.

Categoria: Auto