NUOVA DUCATI MULTISTRADA V4

Con la nuova Ducati Multistrada V4 dominare tutte le strade non è mai stato così facile. È una moto che unisce il piacere della guida sportiva su asfalto a soddisfazioni e facilità di guida off-road, ma al tempo stesso offre grande comfort nelle lunghe percorrenze e nell’uso quotidiano.

 

La nuova Multistrada V4 conferma ed espande il concetto di ‘quattro moto in una’ introdotto dalla Multistrada del 2010.

 

La Multistrada V4 è “Sport” perché è leggera e compatta, ha 170 CV, aiuti elettronici da MotoGP e una ciclistica con quote agili per una guida esaltante ed efficace nel misto. È “Touring” grazie agli intervalli di manutenzione principali fissati ogni 60.000 km, alla cura maniacale rivolta in fase di sviluppo al comfort di marcia, ai sistemi Radar, al navigatore cartografico visualizzabile sul cruscotto e alle cornering lights. È “Enduro” grazie a ottime capacità off-road, sospensioni elettroniche, fluidità di erogazione e rapportatura del cambio. È “Urban” perché garantisce grande facilità di utilizzo alle basse velocità, ma anche grazie alla connettività dello smartphone e all’attento studio rivolto al comfort termico.

 

Design

 

Come per tutti i prodotti Ducati anche sulla Multistrada V4 la forma segue la funzione. Per questo motivo il lavoro di design è stato influenzato dalla sua anima tecnica, ne è un chiaro esempio la perfetta integrazione dei radar anteriori e posteriori nelle linee della moto. Le superfici ampie sono state lavorate dall’aerodinamica e dalle innovazioni di ciclistica e telaio per portare a un risultato estetico solido, robusto ma raffinato. Per aumentarne visivamente l’impressione di solidità di utilizzo senza appesantire le forme si è lavorato sulle proporzioni e sulla compattezza del corpo moto all’interno dell’interasse. Il proiettore anteriore con DRL ispirato a quello della Panigale rende la Multistrada V4 molto sportiva e riconoscibile. I volumi sbilanciati sull’anteriore con linee muscolose ma sexy per integrare il serbatoio da 22 litri, si sposano col posteriore snello che permette una posizione ottimale anche quando si guida in piedi nei tratti fuoristrada. Forma e funzione si uniscono anche nell’attento studio dei flussi aerodinamici. Ogni elemento della parte anteriore, dal cupolino al plexiglas passando per il “becco” e per le feritoie di sfogo dell’aria, è stato studiato per assicurare al rider il miglior comfort aerodinamico e termico possibile. Svolgono questa funzione anche le piccole appendici aerodinamiche che consentono di deviare i flussi alle gambe del pilota. 

 

Il cuore della moto

 

Al centro della moto c’è il motore, il suo cuore. Il nuovo motore V4 Granturismo, leggero (66,7 kg) e compatto, oltre ad assicurare prestazioni ai vertici della categoria è garante di un funzionamento estremamente regolare ai bassi regimi e di una curva di coppia estremamente lineare.

Il nuovo motore V4 Granturismo ha una cilindrata di 1.158 cm3 ed eroga 170 CV (125 kW) a 10.500 giri con una coppia massima di 125 Nm (12,7 kgm) a 8.750 giri. La curva di coppia è stata modellata per garantire la massima fluidità e progressività di erogazione, anche a pieno carico, regalando quella piacevole sensazione di “avere sempre il motore in mano”. Per raggiungere questo obiettivo, nella definizione delle performance del motore, è stata data grande attenzione alla realizzazione di curve di coppia dedicate ad ogni marcia in modo da avere sempre una erogazione fluida ai bassi regimi, ricca di coppia ai medi e dal carattere sportivo, inesauribile agli alti. Inoltre è stata data molta attenzione alla definizione dei rapporti del cambio “aperta”, con una prima marcia corta e quindi ottimale per gli spostamenti e le manovre a bassissima velocità, le partenze in salita a pieno carico e la guida in fuoristrada. Al contempo la sesta marcia è sufficientemente lunga da non avere un regime troppo elevato nei trasferimenti autostradali.

 

La continua attenzione al cliente da parte di Ducati è testimoniata da un incremento elevato degli intervalli di manutenzione: nella Multistrada V4 il cambio dell’olio è previsto ogni 15.000 km, mentre il controllo ed eventuale regolazione del gioco valvole è richiesto ogni 60.000 km. Nessuna moto in produzione arriva a tanto.

 

Il pacchetto elettronico della Multistrada V4 è lo stato dell’arte nel settore motociclistico per sicurezza, comfort, performance e connettività. La piattaforma inerziale (IMU) gestisce il funzionamento di ABS Cornering, Ducati Wheelie Control (DWC), Ducati Traction Control (DTC), qui in versione “cornering” e, sulla Multistrada V4 S, le Cornering Lights (DCL). Sempre sulla Multistrada V4 S è presente di serie anche il Vehicle Hold Control (VHC), che rende semplice la ripartenza su strade in pendenza. Sulla Multistrada V4 S, la piattaforma inerziale dialoga continuamente anche con il sistema di controllo delle sospensioni semi attive Ducati Skyhook Suspension (DSS). Questo sistema non solo è capace di analizzare le condizioni di guida e di regolare l’idraulica di forcella e ammortizzatore in maniera istantanea, ma per la prima volta integra anche la funzione di Autoleveling. L’Autoleveling riconosce l’assetto della moto e lo regola autonomamente per riportare la sella all’altezza ideale da terra nelle diverse configurazioni di marcia, aggiungendosi alle opzioni (manuali) già disponibili per l’utente: pilota, pilota più valigie, pilota e passeggero, pilota e passeggero con valigie. Per la Multistrada V4 è inoltre disponibile come accessorio il sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici.

 

Al fine di migliorare l’esperienza di guida dell’utente, sulla Multistrada V4 i tecnici Ducati hanno rivisto completamente l’interfaccia utente e la grafica del cruscotto (ora multilingua), che sulla Multistrada V4 S è un’unità TFT da 6.5 pollici regolabile nell’inclinazione. Sempre sulla versione S nel blocchetto di sinistra è stato inserito un joystick che permette una rapida e facile navigazione del nuovo menu, studiato per essere ancora più intuitivo. Il nuovo sistema Ducati Connect permette il “mirroring” via Bluetooth e wi-fi di alcune applicazioni del proprio cellulare sul cruscotto ed il controllo attraverso il joystick posizionato sul blocchetto comandi di sinistra. La gestione di telefono e musica e è davvero semplice e intuitiva, mentre tramite l’app di navigazione Sygic è possibile visualizzare la mappa del navigatore direttamente sul dashboard. Inoltre, nella parte superiore del serbatoio, è stato ricavato un vano, accessibile tramite uno sportello, nel quale è possibile riporre il proprio smartphone e tenerlo sotto carica grazie alla presenza di una porta USB.

 

Con la Multistrada V4 Ducati introduce un’anteprima assoluta nel mondo delle moto: il rivoluzionario sistema radar anteriore e posteriore, che permette l’utilizzo del Cruise Control Adattivo (ACC) e del Blind Spot Detection (BSD). I radar sono dei sistemi di ausilio avanzato che Ducati ha sviluppato assieme a un partner tecnologico di primo livello come Bosch, e sono sistemi in grado di supportare e rendere più confortevole la guida grazie alla capacità di ricostruire la realtà circostante la moto.

 

 

Pacchetti e Allestimenti

La nuova Multistrada V4 Ducati, disponibile anche nelle versioni S e S Sport (acquistabili direttamente anche con le ruote a raggi) cambia anche il modo di proporsi alla sua clientela. Il cliente potrà infatti ordinare la propria Multistrada V4 già equipaggiata in fabbrica con degli allestimenti che personalizzano la moto secondo le proprie esigenze. La moto viene quindi realizzata direttamente a Borgo Panigale con tutte le dotazioni richieste. Sono ovviamente previsti anche i classici accessori e pacchetti di accessori acquistabili anche in un secondo momento presso i concessionari Ducati. 

Categoria: Moto