SEAT LEON IBRIDA PLUG-IN

La nuova SEAT Leon è arrivata e ora, a distanza di pochi mesi dal lancio, rafforza ulteriormente la propria offensiva con l’introduzione a listino di due nuovi propulsori ibridi: la tanto attesa versione 1.4 e-HYBRID 204 CV DSG, che diventa la versione più potente in gamma e sancisce il debutto del marchio SEAT nel segmento della propulsione ibrida plug-in e la seconda motorizzazione mild-hybrid, con il 1.0 eTSI 110CV DSG 6 rapporti, che va ad aggiungersi allo sportivo 1.5 eTSI 150 CV già presente dal lancio.

Nell’ottica di un utilizzo dell’elettrificazione sempre più esteso da parte di SEAT, la quarta generazione di Leon è ora disponibile anche nell’avanzata variante ibrida plug-in 1.4 e-HYBRID, la più potente in gamma. L’accoppiamento del propulsore benzina 1.4 TSI con un motore elettrico, un pacco di batterie agli ioni di litio da 13 kWh e il cambio DSG con doppia frizione a sei rapporti consente all’insieme di sviluppare una potenza di 204 CV (150 kW) e 350 Nm di coppia. 

Il sistema ibrido della nuova Leon ibrida plug-in si basa sul connubio di un motore a combustione 1.4 TSI da 150CV e un motore elettrico da 85kW con un pacco batterie agli ioni di litio da 12,8kWh, il tutto abbinato al cambio automatico DSG. La versione ibrida plug-in permette inoltre al conducente di guidare in modalità totalmente elettrica e dunque a zero emissioni di CO2, con un’autonomia di circa 60 km, sfruttando unicamente l’energia immagazzinata nella batteria della vettura: l’ideale per aumentare l’efficienza e per muoversi nel contesto urbano, dove le normative in materia di qualità dell’aria sono più stringenti; oppure di combinare l’efficienza dell’elettrico con il motore a combustione a seconda delle modalità di guida e la tipologia di tracciato. Questo fa sì che nei cicli combinati WLTP e NEDC il motore e-HYBRID rimanga abbondantemente sotto i 60g/km di CO2, valore permette inoltre l’accesso agli incentivi statali di seconda fascia (21-60g CO2).

 

Il motore elettrico è situato tra il motore a combustione e la scatola del cambio ed ottiene l'energia dal pacco batterie con otto moduli da 12 celle ciascuno, collocati davanti all’asse posteriore. La ricarica è possibile tramite un cavo di tipo mode2 con presa Schuko, di serie, che garantisce una ricarica completa in meno di sei ore, e un cavo di ricarica mode3 con connettore Mennekes (disponibile a richiesta), che abbatte i tempi di ricarica fino a 3,5 ore circa.

 

La nuova Leon ibrida plug in è dotata inoltre di un dispositivo e-Sound, importante sistema di sicurezza che avverte i pedoni della prossimità del veicolo quando circola in modalità 100% elettrica e, dunque in modo, silenzioso. 

Il sistema di infotainment della nuova Leon ibrida plug-in integra alcune funzionalità che permettono all'utente di conoscere e gestire lo stato del sistema ibrido, modificare le condizioni di guida e avere informazioni per ottenere un maggiore risparmio di carburante. Inoltre, è possibile configurare la modalità di guida secondo le modalità e-Mode (che offre una guida esclusivamente elettrica), Hybrid (che prevede la selezione automatica della tipologaa di propulsione da utilizzare, in base alle condizioni di guida in ogni momento) e la modalità di Riserva dello stato di carica (che mette in funzione solamente il motore a combustione,  permettendo al conducente di avere a disposizione la massima autonomia in modalità totalmente elettrica al raggiungimento di zone a zero emissioni).

Anche il SEAT Virtual Cockpit della Leon brida plug-in è predisposto con icone e messaggi aggiuntivi finalizzati a gestire la modalità della trazione ibrida, così come SEAT CONNECT, che ha funzionalità dedicate tra cui spicca l’e-manager (con la possibilità di gestire il processo di ricarica comodamente con il proprio smartphone, avviando e interrompendo il processo di ricarica, monitorando la percentuale di ricarica e il tempo rimanente per il completamento, impostando una percentuale di ricarica massima e fino a tre diversi orari di partenza per far sì il sistema si regoli autonomamente per far trovare la vettura pronta all’orario prestabilito), la climatizzazione remota (che consente di regolare la temperatura da remoto attivando la climatizzazione a distanza in tempo reale, programmandola in base al proprio orario di partenza).

La nuova Leon ibrida plug-in con motore 1.4 e-HYBRID 204CV DSG, disponibile in abbinamento alle versioni top di gamma FR ed Xcellence, è già in vendita a partire da 27.150,00 Euro* chiavi in mano, un prezzo promozionato che include incentivi e rotamazione. I clienti possono anche scegliere di acquistare l’auto con rate da 199 € al mese.

Nuova SEAT Leon mild hybrid 1.0 eTSI 110CV DSG

La nuova SEAT Leon introduce inoltre nella propria offerta il nuovo motore ibrido mild-hybrid 1.0 eTSI 110 CV DSG, disponibile per la versione hatchback della compatta di Barcellona. Come per il 1.5 eTSI, anche il 1.0 eTSI mild-hybrid abbina il motore a combustione a un alternatore che funziona anche da starter e una batteria agli ioni di litio a 48V. Il sistema, che permette di procedere a motore spento in alcune situazioni di guida (funzione eco-coasting), recuperare energia in frenata (funzione di recupero energetico) e supportare il motore con una leggera assistenza elettrica (funzione boost), consente una guida fluida e importanti vantaggi in termini di efficienza. Queste funzioni si attivano infatti automaticamente, senza necessità di interazione da parte del conducente, e permettono di ridurre in modo sensibile i consumi e le emissioni di CO2

Categoria: Green